Carrello

€0,00

La migrazione del bestiame, o transumanza, dai pascoli in pianura ai pascoli di montagna, è la tipica tradizione abruzzese e ha avuto origine sin dal I sec. a.C.

I Normanni furono i primi a muoversi attraverso i "tratturi" (un percorso largo circa 11 metri), in quanto rappresentava una delle risorse economiche più importanti della regione. Di conseguenza, l'industria lattiero-casearia abruzzese è sempre stata nota per la qualità del latte, le capacità dei produttori di formaggi e il tipo di caglio. Tra i formaggi Pecorino, oltre a quelli sott'olio, il più famoso è il Pecorino di Farindola, che si caratterizza per l'uso del caglio ottenuto dallo stomaco del maiale.

In Abruzzo, anche i formaggi freschi come la giuncata e la giuncatella dovrebbero essere enfatizzati. Molti piatti regionali vengono consumati o integrati con il formaggio, come le gustose scamorze arrostite sulla piastra, l’agnello a cacio e uova cotto in casseruola, le pizze al formaggio.

ABRUZZODIGUSTO.COM

Chi siamo Condizioni di Vendita Contatti Catalogo

Seguici su:
Facebook Instagram

PAGAMENTI E SPEDIZIONI
PayPal
PayPal
Visa
Visa
Mastercard
Master Card
American Express
American Express
Bonifico Bancario
Bonifico Bancario
DHL
Corriere DHL
REALIZZATO CON IL CONTRIBUTO DELLA REGIONE ABRUZZO

a valere sui fondi POR FESR ABRUZZO 2014 - 2020
ASSE III – Competitività del sistema produttivo
Linea d’Azione 3.2.1

Unione Europea Repubblica Italiana Regione Abruzzo POR FESR FSE ABRUZZO

DISCLAIMER

Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione anche parziale. Tutto il materiale è protetto dalla normativa sul diritto d'autore.

I marchi, le immagini e le foto che si riferiscono ai prodotti commercializzati, nonché testi, suoni, grafica e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito web, sono di esclusiva proprietà dell'azienda Sansone & C. Srl

Nessuna parte del sito può essere riprodotta o ritrasmessa senza il nostro consenso scritto, se non per uso personale non trasferibile. L'utilizzo per qualsiasi fine non autorizzato è espressamente vietato dalla legge.